the-box-4-antiche-dimore-fiorentineIl quartiere di Sant’Ambrogio è da sempre al centro della movida fiorentina. Da circa un paio d’anni, ai locali della zona si è aggiunto The Box, divenuto in breve tempo la meta favorita di chi ama bere bene. Questo piccolo cocktail bar e birreria artigianale si trova in Borgo Pinti 5 rosso, ed è stato inaugurato nell’Agosto 2014 da Fabrizio Bargelli. Nonostante sia privo d’insegna, il locale è facilmente riconoscibile grazie alla folla che si accalca ogni sera davanti all’entrata. I pestati alla frutta lanciati da Fabrizio hanno infatti riscosso uno strepitoso successo, fra giovani e meno giovani. “Se ci ripenso, mi rendo conto che aprire questo locale è stata veramente una scommessa”, ci racconta Fabrizio. “Per farlo ho lasciato un buon impiego, lavorando all’allestimento da solo, durante i fine settimana, e dovendo far fronte ad un sacco di problemi. Ma ne è valsa la pena, perché The Box rispecchia esattamente il tipo di cocktail bar in cui mi piacerebbe fermarmi a bere”.

the-box-5-antiche-dimore-fiorentineMa di che tipo di posto stiamo parlando? All’entrata si percepisce subito l’atmosfera intima e raccolta, favorita dalle luci soffuse, dai pochi tavolini a disposizione, e dalla musica jazz che suona in sottofondo. Elementi che aiutano a mantenere un basso profilo sul piano visivo, come desidera Fabrizio: “I baristi di solito hanno un ego molto sviluppato, mentre a me piacerebbe che la figura dietro al bancone fosse quasi invisibile. Anche io, come tanti, mi sono formato con i corsi da bartender. Ma non ho mai creduto nel flair, negli aspetti più spettacolari della professione. Sono trucchi che i barman utilizzano per far sembrare più complesso ciò che fanno. In realtà preparare un buon cocktail è come cucinare, basta conoscere poche semplici regole. Una su tutte, il corretto bilanciamento fra zucchero e lime.

the-box-2-antiche-dimore-fiorentineLa sostanza prima di tutto, insomma. Una filosofia che, nella pratica, si traduce in cocktail profumati e gustosi, preparati con poco zucchero e abbondante frutta fresca. “Abbiamo una buona selezione di alcolici, soprattutto di gin, ma ciò che nel gusto fa davvero la differenza è l’uso della frutta fresca. Ci riforniamo da Maxfruit, al mercato ortofrutticolo di Novoli. I prezzi sono più alti, ma lo è anche la qualità. La frutta utilizzata per i cocktail, inoltre, non viene mai centrifugata, solo pestata: un processo che serve a non alterarne sapore e caratteristiche. E tutto questo al modico prezzo di 5 euro al bicchiere!

the-box-3-antiche-dimore-fiorentineVa da sé che i pestati alla frutta sono il vero marchio di fabbrica di The Box, ma il locale offre anche un’ottima selezione di birre artigianali: “Prediligo le birre non pastorizzate e non filtrate. Sono prodotti vivi, e dunque più salutari per l’organismo, ci dice Fabrizio. “Uno dei nostri migliori fornitori è la Riedenburger, un’azienda a conduzione familiare che produce birra biologica. Ma sto anche lanciando la nostra miscela personale, da servire alla spina. È una birra poco alcolica, aromatizzata al miele e preparata dal mastro birraio della Lorem Ipsum, un’azienda del Mugello. E per chi volesse sgranocchiare qualcosa? “Offriamo crostini e taralli con la consumazione, e da poco prepariamo anche crepes espresse. Sapete già dove andare a bere questa sera?

The Box si trova in Borgo Pinti 5 rosso, ed è aperto tutti i giorni dalle 18:00 alle 02:00.