antiche-dimore-fiorentine-mercato-centrale-9I mercati coperti furono frutto dei processi di risanamento urbano che, da metà ‘800, investirono i centri cittadini italiani ed europei. Al giorno d’oggi, costituiscono una delle eredità più affascinanti dell’architettura del ferro. A Firenze, il Mercato di Sant’Ambrogio e il Mercato di San Lorenzo (più conosciuto come Mercato Centrale), furono progettati dall’architetto Giuseppe Mengoni (a cui si deve anche la Galleria Vittorio Emanuele II di Milano), ed inaugurati rispettivamente nel 1873 e 1874.

antiche-dimore-fiorentine-mercato-centrale-8Se il primo ha mantenuto la sua funzione di mercato ortofrutticolo fino ai nostri giorni, il Mercato Centrale ha vissuto negli ultimi anni una profonda crisi, dovuta all’avvento della grande distribuzione e alla fuga degli abitanti dal centro storico. A partire dagli anni ’80, infatti, il primo piano della struttura è stato abbandonato ed è rimasto in disuso. Nella primavera del 2014, tuttavia, Umberto Montano e Claudio Cardini hanno dato inizio ad un massiccio processo di risanamento, che ha reso ancora una volta il primo piano del Mercato Centrale uno dei luoghi più significativi della città. La ristrutturazione dell’edificio ed un nuovo, accattivante design hanno permesso agli “artigiani del gusto” di tornare ad occupare quello spazio.

Oggi, al primo piano del Mercato Centrale si trova di tutto: pane e pasticceria, pesce fresco, fritto e polpette, frutta e verdure, carne e salumi, mozzarella di bufala, formaggi, cioccolato e gelato, pasta fresca, vino, lampredotto, tramezzini. Le botteghe sono condotte da commercianti artigiani, con in comune la passione per la loro professione. In molti casi, costituiscono addirittura la propaggine di piccole attività economiche che già affollano le vie del centro storico.

antiche-dimore-fiorentine-mercato-centrale-6Ma, rispetto al passato, il nuovo Mercato Centrale riserva anche importanti novità. Oltre a fare la spesa, i clienti possono oggi sedersi comodamente, e consumare un pasto a qualsiasi ora del giorno e della sera. I posti a disposizione sono ben 500, e i prodotti offerti costituiscono una garanzia di qualità: tutti i piatti preparati all’interno del Mercato (dalla pizza al lampredotto, dal pesce arrosto o fritto alla carne alla griglia), infatti, vengono cucinati sul momento, utilizzando esclusivamente le materie prime in vendita all’interno del Mercato stesso. Quale occasione migliore per immergersi a fondo nella tradizione gastronomica toscana?antiche-dimore-fiorentine-mercato-centrale-10

Il nuovo Mercato Centrale di Firenze si trova fra Via Panicale, via dell’Ariento, via Rosina e Piazza del Mercato Centrale, nel cuore del quartiere di San Lorenzo e a due passi dalle nostre residenze. E’ aperto tutti i giorni, dalle 10 di mattina fino a mezzanotte.

A questo indirizzo è possibile trovare ulteriori informazioni sul Mercato Centrale e sulle sue attività.

Sempre vostra,

Farina de’ Cantucci