La corte vista dal bar. (Foto Anna Positano)

Oggi vi portiamo a conoscere un posto davvero incantevole, non ha insegne che lo indichino, solo una porta a vetri, ma una volta che l’avrete varcata, ve ne innamorerete per sempre! La maggior parte della gente che lo frequenta ci è arrivata grazie al passaparola ma una volta scovato, ci si torna sempre e più che volentieri. Si chiama Brac ed è una libreria, ma anche un ristorante, situata in Via dei Vaggellai 18r, proprio dietro Piazza Santa Croce, praticamente una delle stradine meno trafficate di quella che è una delle più belle piazze di Firenze. Questo in cui vi porto è proprio uno spazio speciale in cui arte e cibo si incontrano formando un binomio perfetto, nato dal bellissimo principio di nutrirsi di arte e pietanze.

scorcio-del-cortilettoLa Libreria Brac dal 2009 è una meta d’obbligo per gli amanti della cucina vegana e dell’arte contemporanea, le passioni che Sacha e Melisa, i titolari, hanno voluto trasmettere nel loro locale. Lui chef fantasioso specializzato in cucina vegetariana e vegana, , lei invece è una bibliofila così dell’arte, del teatro, del cinema … tanto da raccogliere all’interno della loro libreria, prestigiose collezioni sulle arti contemporanee. L’ambiente della libreria Brac è davvero molto piacevole, grazie ad un personale cordiale e preparato che vi accompagnerà nelle due sale, mostrandovi anche la piccola e carinissima corte interna, vera chicca del locale, dove volendo potrete parcheggiare anche la vostra bicicletta .brac-dessert

La Brac apre al mattino e già sin da quell’ora sarà possibile fermarsi tra i tavolini immersi tra gli scaffali ricolmi di volumi e libri, per sorseggiare un caffè, una tisana o una centrifuga; oppure all’ora del brunch per gustare french toast, pancakes e frittelle di mele o a merenda con un thè e una fetta di torta. A pranzo e cena il menù è totalmente affidato alle sapienti mani di Sasha, la cui cucina si basa su prodotti assolutamente biologici e provenienti dalla nostra amata Toscana, perciò i piatti seppur legati ai prodotti della stagione, si presentano come un’esplosione di gusti e di colori. brac_03Lasagne vegetariane, tortelloni di patate zenzero, le divine mezze maniche al pesto e curry, la zucca al forno con crema di arachidi, o ancora i ravioli di gorgonzola e patate presentati con una crema di zucca… devo continuare? Bhè, non dovreste perdervi i piatti 100% vegani a base di seitan e tofu: non solo manicaretti buoni, ma anche abbondanti e a prezzi assolutamente proporzonati, se non addirittura modici. A tal proposito funziona moltissimo l’idea del piatto tris: con soli 15 euro si possono scegliere in un unico piatto, un primo , un’insalata e una pietanza tra le varie preparate dallo chef con i suoi abbinamenti freschi e ricchi di salse saporite e verdure di ogni tipo. Grande spazio viene dato al pane carasau preparato in svariati modi e assolutamente da propvare anche l’ottima selezione di vini biologici.

brac_04Non solo cibo, ma anche arte: infatti sono molteplici le iniziative che da qui partono come la “Brac’s on the table” che si svolge ogni mese e che presenta sui tavoli 30 opere d’artista e due importanti rassegne: “Scripta. L’arte a parole” e “Scritture di luce”, ma per maggiori info potete visitare il sito www.libreriabrac.net su cui troverete anche moltissime e buonissime ricette.

Vista il gran successo che riscuote in città, vi consigliamo viviamente di prenotare il vostro tavolo alla libreria Brac qualche giorno prima tenendo conto che è aperta dal lunedì al sabato dalle 12 alle 24, e la domenica dalle 12 alle 20.