dorsoduro-3821-5-antiche-dimore-fiorentineLa tradizione del moderno aperitivo, originata nel nord del paese intorno alla fine del XVIII secolo, si è ormai largamente diffusa in tutte le maggiori città d’Italia (e in molte altre parti del mondo!). Da tempo, anche qui a Firenze, bar e bistrot si sono inventati varie formule per offrire ai propri clienti i tipici drink pre-dinner (dal semplice bicchiere di vino ad un più corposo Negroni), accompagnati da stuzzichini più o meno abbondanti. I nostri esercizi ricalcano insomma questa consuetudine in termini di forma ma – a ben guardare – se ne discostano ancora molto per quel che riguarda la sostanza. Come ci racconta la fiorentina Domitilla – che, insieme al veneziano Andrea, ha inaugurato lo spritz-bar Dorsoduro 3821 il 29 Ottobre 2015 – “questa esperienza nasce dalla volontà di diffondere a Firenze la cultura dell’aperitivo per come la si intende a Venezia, dove in questo senso ci siamo formati. Ciò significa anzitutto considerare la possibilità di un drink a qualsiasi ora del giorno, e non esclusivamente a ridosso della cena. Un buon bicchiere di vino a pranzo, per esempio, può far piacere anche se dopo si deve tornare al lavoro”.dorsoduro-3821-2-antiche-dimore-fiorentine

Determinati a portare un piccolo pezzo di Venezia nel cuore di Firenze, Domitilla e Andrea hanno scelto di orientare la propria proposta in maniera ben precisa, utilizzando quasi esclusivamente prodotti provenienti dal nord Italia, e attenendosi rigorosamente ai metodi di preparazione della tradizione veneziana. Come già la definizione di spritz-bar rivela, il loro drink d’elezione è lo Spritz, indiscusso re degli aperitivi veneziani. Da Dorsoduro 3821 è possibile trovare questa bevanda in 4 varianti: al prosecco e al selz vengono infatti abbinati vari bitter, tra cui i diffusissimi Aperol e Campari, il Select o addirittura il Cinar, un amaro a base di carciofo ed altre erbe aromatiche che è raro veder associato a questo tipo di drink. Come ci spiega Andrea, “il classico spritz veneziano è a base di Select, bitter di produzione locale con una gradazione alcolica del 14%. Una via di mezzo fra gli 11 gradi dell’Aperol e i 25 gradi del Campari, né troppo dolce né troppo secco. La variante al Cinar, invece, è una nostra esclusiva e abbiamo notato che fra i giovani ha riscosso enorme successo”.

Sempre attenendosi alla tradizione veneziana, sarebbe d’obbligo accompagnare lo spritz con un buon tramezzino. Tramezzino che da Dorsoduro 3821 vi lascerà piacevolmente sorpresi, specie se siete abituati alla definizione che ne danno i fiorentini. Data l’abbondanza del ripieno, infatti, i tramezzini di Andrea e Domitilla assumono la tipica forma “a campana”, familiare per chiunque abbia frequentato i bar di Venezia. “Prepariamo i tramezzini freschi tute le mattine – ci dice Domitilla – utilizzando una base di tonno e maionese o prosciutto cotto, come vuole la regola. Abbiamo circa sei tipologie di tramezzino, tra cui asparagi e uovo, baccalà e opzioni vegetariane”.  dorsoduro-3821-4-antiche-dimore-fiorentine

Oltre ai tramezzini, però, è possibile accompagnare l’aperitivo con taglieri di affettati, formaggi e mostarde, con zuppe o con crostoni. I prodottidorsoduro-3821-3-antiche-dimore-fiorentine alimentari sono tutti rigorosamente veneti, tranne alcuni prosciutti (lavorati con erbe aromatiche dall’azienda valdostana Saint Marcel) e le verdure sottolio, prodotte da una azienda pugliese a chilometri zero. La scelta di affidarsi prevalentemente a fornitori del nord Italia investe anche la selezione di alcolici. Da Dorsoduro 3821 troverete una varietà di vini bianchi, rosé e rossi che spaziano dal Friuli al Veneto, dal Piemonte alla Valdaosta, fino all’Alto Adige. Il criterio, ancora una volta, è quello di selezionare i prodotti con cura, orientandosi su ciò che difficilmente si trova in commercio in Toscana. La birra offerta da Domitilla e Andrea, ad esempio, è la Cimbra, una pils da pasto non pastorizzata con una gradazione alcolica del 5,2, che costituisce per la Toscana una esclusiva assoluta. I liquori sono rappresentati soprattutto da grappe selezionate valdostane, o dal Genepì, ricavato da una pianta aromatica che cresce sulle Alpi Occidentali.

Se a tutto questo aggiungiamo un ambiente caldo ed informale e la possibilità di gustare ottime torte fatte in casa, va da sé che il luogo si rivelerà un accogliente rifugio, dove fermarsi a bere o a mangiare qualcosa in ogni momento della giornata. Dorsoduro 3821 si trova a Firenze, in Via San Gallo 41/r, a due passi dalle nostre dimore. A questo link la pagina facebook ufficiale del locale.

Il vostro affezionato Brunello Della Rovere