antiche-dimore-fiorentine-ditta-artigianale-oltrarno-6Il nome Ditta Artigianale sicuramente non è nuovo ai fiorentini amanti del caffè. Inaugurata dall’imprenditore Francesco Sanapo nel 2014, la caffetteria/torrefazione ha saputo imporsi in breve tempo come un marchio di qualità. Per chi oggi guarda alla cultura del caffè da una prospettiva Slow, Ditta Artigianale costituisce un riferimento obbligato. Da poco meno di un mese, Sanapo ha affiancato alla sede di Via dei Neri un secondo locale, situato in Via dello Sprone, in Oltrarno. L’evento ci ha fornito l’occasione per una piacevole chiacchierata.

antiche-dimore-fiorentine-ditta-artigianale-oltrarno-1“L’idea dietro Ditta Artigianale nasce della mia precedente esperienza lavorativa”, ci racconta Francesco. “Sono stato a lungo consulente per varie aziende attive nel commercio del caffè: una professione che mi ha portato ad approfondire la materia e a sviluppare una passione. Alla fine ho sentito l’esigenza di creare qualcosa di mio. Volevo recuperare la tradizione artigiana che ha reso il caffè un must del made in Italy nel mondo. Ormai il 90% del caffè si compra su internet, secondo modalità standard, mentre io ho scelto di instaurare un rapporto diretto con i produttori. Voglio parlare con loro, farli sentire fieri di vendere il loro prodotto, così come io lo sono di acquistarlo”.

Il marchio, nato nel 2013, ha inizialmente battezzato l’attività di torrefazione. La caffetteria vera e propria è nata solo l’anno successivo. “Mi sono accorto che vendere le mie miscele ai bar era complicato, per tutta una serie di ragioni, a mio avviso poco pratiche e poche etiche. Inoltre, in molte situazioni, osservavo ben poca passione per l’attività svolta dai baristi. Ecco perché ho scelto di aprire un locale: per raccontare il mio prodotto nella maniera che più mi piace.

antiche-dimore-fiorentine-ditta-artigianale-oltrarno-5Una scommessa che sembra aver incontrato il favore del pubblico. “Le persone hanno reagito con curiosità, probabilmente perché parliamo un linguaggio differente da quello cui si erano abituate. Abbiamo cercato di svecchiare il caffè, di renderlo di nuovo un prodotto affascinante. Il più delle volte un caffè non viene gustato, ma assunto come fosse una medicina, per svegliarsi. Non voglio che questo succeda nei miei locali.

Se dunque la filosofia rimane la stessa, Ditta Artigianale Oltrarno presenta alcune novità rispetto alla sede di Via dei Neri. Architettoniche anzitutto: gli ambienti sono più spaziosi, ricercati e luminosi, e il locale si sviluppa su due piani. La zona bar/colazione, al piano terra, instaura un rapporto di continuità con l’esterno grazie alle ampie vetrate. Il secondo piano, caratterizzato da un elegante ballatoio, è dedicato alla zona pranzo/cena. I due locali hanno identità completamente diverseci racconta Francescoma la cosa è voluta. Quello di Via Dello Sprone è un palazzo storico, costruito da Michelucci nell’immediato dopoguerra. Abbiamo cercato di rispettarne l’eredità e lo stile, mantenendo arredamento e design in linea con le caratteristiche dell’edificio.

antiche-dimore-fiorentine-ditta-artigianale-oltrarno-2Novità in arrivo anche sul piano dell’offerta gastronomica: Abbiamo pensato questo locale come un luogo in cui sentirsi accolti dalle 08:00 alle 24:00. Offriamo dunque caffè e colazione, ma per la prima volta anche un servizio di ristorante completo, a pranzo e a cena, curato dallo chef Arturo Dori. Avremo poi un’ampia selezione di cocktail e distillati. Non solo caffè, dunque, ma cultura del benessere a 360 gradi, e ad ogni ora del giorno.

Ditta Artigianale Oltrarno si trova in Via dello Sprone 5r ed è aperta tutti i giorni, dalle 08:00 alle 24:00. Su www.dittaartigianale.it è possibile trovare maggiori informazioni e dettagli di contatto.

Le foto all’inteno dell’articolo sono di Andrea Moretti.