Se siete stati a Firenze almeno una volta in vita vostra, avrete certamente attraversato una delle sue attrattive più famose in tutto il mondo, Ponte Vecchio, vero? Forse però non vi siete accorti di un posticino speciale e nascosto che si trova proprio lì a due passi e allora oggi sarò io a portarvici e farvi scorprie quello che – ne sono certa- diventerà uno dei vostri posti del cuore in città, “Amblè, fresh food and old furniture”. 

Come vi spiegavo siamo a pochissimi metri dal celebre e prestigioso ponte che attraversa la città, in un vicoletto del Lungarno Acciauoli, per esattezza in Piazzetta dei Del Bene, dove da qualche anno ormai, si trova Amblè. Partiamo dal suo nome, questo termine che in francese viene utilizzato in equitazione per far cambiare al cavallo il passo, da veloce a lento, in perfetto stile con quello che gravita intorno al locale, passando dalla confusione del centro e dalle migliaia di persone che lo attraversano, con una piccola deviazione, ci ritroviamo in questa piazzetta protetta dai palazzi storici che la circondano preservando questo posticino magico.

Da Amblè mangerete i tramezzini più buoni e particolari della vostra intera vita, tutti con ingredienti esclusivamente italiani e a Km Zero, e potrete bere degli ottimi coktail alcolici e non, ma anche caffè, thè e tisane accompagnate da dolci freschi e deliziosi. Tutto ciò avviene in uno spazio davvero stiloso e allo stesso tempo accogliente, concepito come per ospitarvi come foste nel salotto di casa di amici, con l’ulteriore particolarità – mangiando – di poter fare shopping e acquistare i complementi di arredo esposti e su cui probabilmente sarete seduti o da cui starete bevendo. Infatti tavolini, sedie, divanetti e sgabelli, oltre che i quadri, stoviglie ed il resto dell’ oggettistica, provenienti da mercatini di modernariato e antiquariato di tutta Europa, sono in vendita e fanno da cornice al vero protagonista di questo bistrot: il tramezzino!

Per quanto magari nell’ immaginario di molti di voi un tramezzino possa sembrare un pasto semplice, il menù di Amblè è talmente ricco e di altissima qualità da permettere ad ogni cliente di scegliere secondo i proprio gusti, esigenze e scelte di vita: pane ai 5 cereali, bianco, integrale, carne secca, prosciutto di praga, ma anche salmone, formaggi pazzeschi, per non parlare della quantità di interessantissimi accostamenti con le verdure di stagione del territorio toscano. I tramezzini di Amblè vengono preparati sul momento dalle sapienti mani e secondo l’estro creativo degli chef Lorenzo e Fabrizio che ogni giorno inventano e creano qualcosa di nuovo per i loro clienti. Perfetto per pranzo, ma anche per una merenda, o una cena in una delle città più romantiche e suggestive del mondo, i ragazzi di Amblè sono organizzati anche per delivery, take away, feste e pic nic, ma sempre rispettando la terra e l’ambiente, utlizzando materiali riciclabili, packaging assolutamentre eco friendly, e la bicicletta come mezzo di trasporto per le consegne a casa (solo in zona centro). Il menù di Amblè non nè vegano, nè vegetariano nè biologico, “ma abbracciamo tutto ciò quando è possibile e crediamo nel contributo che possiamo dare al nostro pianeta.”

Il momento in cui adoro venire da Ambè è l’aperitivo, forse perchè il loro Spritz Amblè (a base di carote) è uno dei cockatil più buoni che abbia mai assaggiato e che si sposa perfettamente con la particolarità dei loro sandwiches ma anche del pane tostato (utilizzano i bordi del pane dei tramezzini) con la salsa di Humus che offrono di default.

Ambè è un posto chic, stiloso, ma anche rilassante pur essendo centralissimo, e poi così piacevolmente intimo e riservato, pensato in ogni sua sfaccettatura, usufruendo di un ‘altissima qualità dei prodotti. Come ci tiene a precisare lo staff “la nostra priorità è conoscere il produttore, prima di affidarci solo ad una certificazione, lavorando con piccole aziende del territorio”, e proprio da questo principio proviene anche la scelta del fenicottero come logo del locale. Infatti forse non tutti sanno che i flamingo sono di colore rosa grazie ai gamberetti di cui si nutrono, ecco quindi perchè il fenicottero rappresenta tanto lo stile di vita di Amblè: “noi siamo ciò che mangiamo, e ciò che mangiamo determina come viviamo.”

Per gli amanti del brunch, la Domenica Amblè offre un piatto unico con verdure di stagione abbinato ad una minestra, contorno e dessert al prezzo di circa 15€. Il personale è gentilissimo, l’ambiente stupendo, i cocktail divini e i tramezzini sono fenomenali, serve davvero che aggiunga altro per convincervi?!?!